/  Blog   /  Bambini e Web: ecco i consigli per proteggerli

La Casarana

Bambini e Web: ecco i consigli per proteggerli

Sono sempre di più i bambini che si intrattengono con smartphone e tablet, magari mentre i genitori si concedono momento di relax. I pericoli legati alla navigazione sul web però non devono essere sottovalutati, infatti la sicurezza online deve essere una priorità, ancora più urgente quando si tratta di bambini.

Il compito dei genitori è quello di controllare i propri figli, nativi digitali sempre più a contatto con la tecnologia e sempre più precoci.

La tecnologia non è nemica dei genitori, infatti, mette a disposizione gli strumenti idonei per il controllo.  Sia su Android che su iPhone si può attivare il sistema Parental Control che limita l’accesso alle App e blocca gli acquisti.

Esistono anche filtri che, adoperati ai motori di ricerca, ne limitano la navigazione e impediscono la cancellazione della cronologia, in quanto spesso i figli ne sanno molto più dei genitori su Internet, essendo nati in un mondo dove la navigazione fa parte delle nostre vite; i pericoli però sono reali e riguardano soprattutto i social network dove i bambini possono fare brutti incontri.

Come proteggere i bambini dai pericoli online

Per proteggere i più piccola dalla minaccia della Rete e da quella delle persone che utilizzano la Rete per cattivi scopi, bisogna essere premuniti.

Vietare, come in tutte le cose, è sempre sbagliato. Concedere per qualche ora al giorno la possibilità di connettersi è la cosa giusta da fare, con qualche limitazione oraria però: è importante che i bambini sappiano che oltre quello schermo esiste la vita reale!

Essere attenti a ciò che i figli fanno non è sempre facile. Spesso i bambini non parlano con i genitori, non raccontano di trovarsi in situazioni di pericolo oppure non lo percepiscono. Fondamentale dunque è il dialogo tra adulti e piccoli, costante, istruttivo e non unilaterale.

Non bisognare dare solo ordini, ma spiegare e far comprendere le cose in modo che il bambino possa riconoscere una situazione inadeguata anche da solo.

La protezione online dei bambini si fonda dunque sia su strumenti tecnici che sull’educazione, la formazione e il controllo adeguato. Il consiglio più adeguato è quello di essere presenti e non lasciare da soli i bambini in un ambiente composto da adulti. E’ consigliabile lasciare il bambino sempre con qualcuno che possa tenerlo d’occhio.

Relax per i genitori: e i figli?

Spesso i genitori ricorrono agli smartphone e ai tablet per potersi assicurare qualche momento di relax, soprattutto in vacanza, facendo in modo che i propri figli stiano tranquilli.

A tal proposito il resort La Casarana utilizza dei sistemi di protezione di navigazione Internet (Parental Control) per la tranquillità dei genitori. Quindi mentre mamma e papà sono in Spa a godersi qualche attimo di serenità e qualche coccola utile ad alleviare lo stress, il bambino potrà tranquillamente navigare in Rete senza imbattersi in pericoli.


Top