/  Blog   /  La Perla dello Ionio: Cosa Fare e Cosa Vedere a Gallipoli in Un Giorno

La Casarana

La Perla dello Ionio: Cosa Fare e Cosa Vedere a Gallipoli in Un Giorno

Gallipoli, nota anche come La Perla dello Ionio, è una delle cittadine più importanti del Salento, non solo dal punto di vista turistico, ma anche storico e artistico.

Chi si trova in Salento per vacanza non può fare a meno di visitare la Città Bella, “Kallipolis” come la chiamavano gli antichi greci, anche per un solo giorno.

Il castello Aragonese e la Cattedrale di Sant’Agata

castello-gallipoli-salento

Costruito tra il XV e il XVI secolo, il Castello Aragonese, ha una pianta poligonale e si trova quasi completamente circondato dal mare.

Al suo interno, collocate nella parte superiore, si possono ammirare le originali catapulte impiegate a difesa del porto e della città contro le incursioni piratesche.

Tramite un ponte levatoio realizzato in legno, si accede al Rivellino, una cortina di levante che venne realizzata nel 1522. Davanti al Castello, in mare situato tra gli scogli, si nota il Monumento al Riccio che celebra uno dei piatti più famosi della cucina di Gallipoli.

Nei dintorni del porto possiamo ammirare un capolavoro per quanto concerne l’arte sacra gallipolina

La Cattedrale di Sant’Agata, edificata nel 1629 nel luogo in cui si trovavano i resti di una chiesetta di epoca romanica, è in stile barocco con la pianta a croce latina.

Al suo interno si trovano numerose nicchie, che contengono le statue di diversi santi, come San Sebastiano, San Fausto e Sant’Agata, a cui è dedicata la cattedrale. Sempre all’interno, notevoli sono gli altari in stile barocco e i numerosi dipinti. L’altare maggiore, realizzato utilizzando marmi policromi, è opera del famoso artista Cosimo Fanzago.

Gli altri monumenti del Borgo Antico

palazzo-a-gallipoli

Il Borgo Antico di Gallipoli si distingue per la presenza di chiese e palazzi, quasi tutti realizzati in stile barocco.

Tra i più noti, troviamo sicuramente la Chiesa dedicata a San Francesco d’Assisi, al cui interno si trova il “malladrone”, una statua in legno che rappresenta uno dei due ladroni crocifissi sul Golgota insieme a Gesù.

Passiamo poi alla Chiesa di Santa Maria delle Purità, dove si possono contemplare le opere realizzate da Luca Giordano, mentre nella Chiesa di Santa Teresa si nota principalmente lo splendido retablo dell’altare maggiore.

Tra i monumenti civili di maggiore interesse si fanno notare Palazzo Spinelli, situato proprio di fronte alla Cattedrale di Sant’Agata, il Palazzo Assanti-Aragona che vede al suo interno anche la presenza di un frantoio ipogeo e infine il Palazzo Episcopio.

 

Fonte foto: <a href=”http://www.shutterstock.com/gallery-1090238p1.html?cr=00&pl=edit-00″>Marco Rubino</a> / <a href=”http://www.shutterstock.com/editorial?cr=00&pl=edit-00″>Shutterstock.com</a>


Top