/  Blog   /  Le leggende del Salento: la storia delle “Due Sorelle” di Torre dell’Orso

La Casarana

Le leggende del Salento: la storia delle “Due Sorelle” di Torre dell’Orso

Il Salento è una terra ricca di misteri che avvolgono con un velo di fascino le splendide meraviglie naturali del luogo. Leggende popolari radicate nelle tradizioni locali o enigmi legati alla notte dei tempi: i miti che raccontano le origini del nome di un particolare luogo spesso celano risvolti intriganti, che offrono un valore aggiunto notevole per il visitatore che si appresta a scoprire queste terre dalla storia millenaria.

Di seguito scopriremo l’origine delle Due Sorelle, una meraviglia naturale della spiaggia di Torre dell’Orso.

Due bellezze naturali dall’origine misteriosa

Chi sono le due sorelle che danno il nome ad uno dei punti di interesse principali di quest’area del Salento? Si narra che un tempo ormai molto lontano vivessero due sorelle salentine di straordinaria bellezza, che un giorno d’estate decisero di lasciarsi alle spalle la campagna per recarsi verso il mare, con l’obiettivo di cercare un po’ di fresco e riparo dalle temperature bollenti.

Arrivarono così alla punta della scogliera di Torre dell’Orso, dove vennero inebriate dall’intrigante profumo di mare e sentori silvestri provenienti dai pini, che iniziarono ad irretire le due giovani in una specie di estasi mistica. Fu in particolare la sorella più giovane a subire il fascino del mare, iniziando ad assecondare un invisibile richiamo ad unirvisi. Le tinte cristalline e i profumi esercitarono un potere di seduzione troppo forte sulla giovane donna, che finì per lanciarsi in mare come per ricongiungersi con un amante.

Furono le sue grida ad avvertire la sorella più grande che, una volta avvistata la ragazza in mare, cercò di salvarla buttandosi a propria volta. Come nelle tragedie più tristi, si trattò però di un sacrificio compiuto assolutamente invano, in quanto in pochissimi istanti il mare restituì i loro giovani corpi ormai privi di vita.

Un pescatore che, sentite le urla delle due ragazze, si recò sul posto non vide le due ragazze, bensì scorse per la prima volta due faraglioni in mare, uniti quasi nel tipico gesto dell’abbraccio. Fu così che il pescatore decise di chiamare la nuova scultura marina le Due Sorelle, a mo’ di inconsapevole tributo verso una tragica storia di amore familiare, che tutt’oggi ci ricorda l’ineluttabilità della forza del mare.

Le Due Sorelle, una delle leggende salentine più affascinanti

Oggi le Due Sorelle sono tre le più note formazioni naturali d’Italia. Questi stupendi faraglioni situati sulla baia della spiaggia di Torre dell’Orso sono una vera e propria meraviglia naturale, che è visibile da ogni punto della baia e rappresenta una delle attrazioni principali della zona.

La spiaggia delle Due Sorelle, infatti, ammalia il visitatore con la sua incantevole bellezza e forse riflette proprio l’origine del suo nome. La sorte delle due sorelle della leggenda sembra riflettere – senza risvolti tragici – quel che accade al viaggiatore che approda in questo lembo di terra, che strega a prima vista e invita al ritorno.

Al giorno d’oggi sono molti infatti i turisti che ogni anno visitano questa spiaggia, a ragione uno dei luoghi più famosi del Salento.


Top